La storia della Società

C.B.T. Italia, acronimo di “Costruzione Biciclette Tardivo” nasce a metà degli anni cinquanta ad opera del fondatore Giovanni Tardivo, grossista e distributore a livello provinciale di parti per ciclo e motociclo.

Agli inizi degli anni settanta l’ingresso in azienda del primo figlio Guido permette alla ditta di ampliare il suo raggio di azione a livello interregionale nonché la partenza della produzione di biciclette e di telai per biciclette da corsa.

Con l’arrivo del secondogenito Bruno (tuttora dirigente insieme al fratello Guido), la produzione di telai per biciclette da corsa diventa preminente, pur restando viva la realtà distributiva della accessoristica collegata.
All’epoca il solo materiale impiegato nella costruzione di telai era l’acciaio, ma C.B.T. Italia riusciva già a distinguersi proponendo, unica azienda del settore, i forcellini con cromature nere e l’imbutitura del tubo sella per ottenere un carro posteriore più corto.

Sul finire degli anni ottanta, in concomitanza con la scomparsa del fondatore Giovanni Tardivo, il core business della società si sposta dalle biciclette ai trattamenti termici industriali: l’investimento in macchinari all’avanguardia permette alla società di specializzarsi in trattamenti in acciaio inox e alluminio, scelta che si rivela vincente non solo a livello industriale (molte realizzazione erano rivolte al settore aeronautico) ma anche nella conoscenza e nell’utilizzo dei nuovi materiali che il mercato del ciclo inizia a richiedere.
L’acciaio infatti sta lentamente scomparendo dalle biciclette a scapito di un materiale più rigido ma molto più leggero come l’alluminio, e la tecnologia acquisita permette all’azienda di cimentarsi nella realizzazione di telai su misura e sempre più personalizzati.

Con l’avvento del nuovo millennio il mercato legato alla bicicletta è tornato prepotentemente nella politica aziendale in concomitanza con una nuova rivoluzione nella produzione dei telai: l’introduzione del carbonio come materiale di base per la costruzione ha permesso a C.B.T. Italia di realizzare telai che conciliano la leggerezza dell’alluminio con un comfort fino a quel momento sconosciuto. Anche in questo caso C.B.T. Italia opta per l’utilizzo di materiali di prima qualità e per testare i propri prodotti decide di fornire i telai ad una squadra femminile che partecipa Tour de France femminile del 2002: il risultato è la conquista finale della maglia gialla.
Il telaio in questione è il Karbon Fiber, realizzato interamente all’interno del nostro stabilimento di Cuneo e progenitore degli attuali telai in carbonio monoscocca.

La Società oggi

La produzione di telai per biciclette da corsa continua ad essere il punto forte della società, al quale si affianca anche l’industria legata alla saldatura di acciaio, alluminio e titanio.

La scelta aziendale è rimasta la stessa di un tempo: privilegiare la qualità a scapito della quantità, utilizzando materiali di primissima scelta e tecnologia innovativa, rivolgendoci ad un target di mercato medio-alto con esigenze specifiche. I nostri telai Infatti sono realizzati interamente in fibra di carbonio 3K VHM o HM, centimetro per centimetro, su misura o slooping.

Amiamo definirci alfieri del Made in Italy in quanto tutta la produzione avviene all’interno del nostro stabilimento di Cuneo, struttura all’interno della quale è presente anche il nostro outlet di fabbrica.

Tale organizzazione ci permette di effettuare personalmente controlli rigorosi - autenticati dalla firma di Giovanni Tardivo che, oggi come un tempo, compare come sinonimo di qualità - e di garantire consegne rapide e prezzi al di sotto della media di mercato.

Infine, la posizione geografica dell’azienda (sud ovest del Piemonte, a pochi chilometri dal confine francese e dal Principato di Monaco) nonché una precoce vocazione internazionale del fondatore hanno inciso sulla scelta di privilegiare da sempre una rete commerciale rivolta verso paesi esteri, mercati che tuttora generano la maggior parte del fatturato aziendale; in linea con questi principi, la volontà è quella di far conoscere ed esportare i nostri prodotti in sempre più paesi, continuando a garantire la qualità, la velocità di consegna e la convenienza che da sempre ci contraddistinguono.